Crea sito

19/07/2020 – il giardino di Emanuela

“Malgrado il coronavirus ed il distanziamento richiesto, la gente del quartiere e della città in genere ha voluto partecipare alla semplice e sobria manifestazione in ricordo di Paolo Borsellino, già Procuratore a Marsala. Luana Rondinelli e Francesco Torre hanno letto pagine tratte dal libro “Io Emanuela agente della scorta di Paolo Borsellino”,Giorgio Bua con il suo sottofondo di chitarra. Il maestro Enzo Campisi, con umiltà e pazienza ha aiutato i ragazzi a realizzare i Murales. E tanti amici a fare da cornice mentre i bimbi piantumavano i propri fiori dando ad ognuno un nome scritto su palette realizzate assieme a Giusi Caradonna e Giampiero de Vita. .Bimbi che innaffiavano bimbi  sull’altalena e sullo scivolo che giocavano. E i ragazzini che dopo aver ascoltato le pagine di Emanuela Loi guardavano i carabinieri ed i poliziotti, anche oggi presenti, con occhi diversi, affettuosi. Ed una bimba presa di coraggio è andata a chiedere se volevano fare una fotografia assieme a lei. Non so come meglio descrivere la giornata di oggi e tutto il lavoro delle settimane precedenti che ci ha portati ad oggi” Salvatore Inguì refenrente provinciale di Libera (Trapani)
Marco Saladino refente del presidio di Libera Marsala ” Vito Pipitone”: vogliamo insegnare la bellezza come arma per combattere la rassegnazione. Questo giardino dedicato ad Emanuela Loi per scelta dei bambini che frequentano questo centro sociale e il murales realizzato da loro è un esempio di questa bellezza…
Il lavoro di Paolo Borsellino non è mai finito. Siamo noi a doverlo continuare

” troppo facile avrebbe pensato Paolo Borsellino e con lui la sorella Rita che tanto ha dato a Libera, troppo facile avrebbero pensato Emanuela Loi ,Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina e con loro tutte le vittime Innocenti delle mafie, troppo facile una memoria solo commemorativa una memoria che non è una memoria viva generativa di verità e di giustizia oggi, 19 luglio sia per tutti una giornata anche di silenzio di riflessione…. smettiamola allora di commemorare Paolo e tutti gli altri perché ce lo chiede il calendario, smettiamo di fare della memoria celebrativa un alibi per fare poco o nulla negli altri giorni dell’anno….” Luigi Ciotti

https://itacanotizie.it/2020/07/21/il-sogno-di-emanuela-loi-si-realizza-a-sappusi/